Brutta copia Ma Group, batosta sabina

20161310-revert-cortes-in-azione-da-divisionecalcio5-itVita facile per il Real Rieti contro i disattenti imolesi (7-2), la vampata d’orgoglio finale è un palliativo

Dopo tre giornate tra le stelle rientra bruscamente alla base lo shuttle Ma Group violentato dalla tempesta magnetica che si abbatte sul PalaMalfatti di Rieti (7-2). Assente ingiustificato per lunghi tratti del match il quintetto di Imola che paga un pesante dazio sul tabellone alla superiore valenza tecnica del collettivo amarantoceleste. Nessun alibi, l’atteggiamento di impotenza dei romagnoli cela paure ed è lontano anni luce dal combattivo dna sviscerato nelle precedenti uscite.

Reatini di Mister Patriarca, in maglia verde fluo, schierati con Micoli, Jeffe, Brizzi, Halimi, Pedro Toro. Squadra di Pedrini in tonalità bianca a fotocopia dall’inizio del torneo: Juninho, Vignoli, Borges, Revert Cortés, Castagna. Colpisce a freddo, dopo un solo minuto e mezzo di gioco, la corazzata sabina: sugli sviluppi di una rimessa laterale il pallone arriva a centro area dove Pedro Toro si gira ed insacca (1-0). Vignoli e Revert Cortés ci provano dalla distanza, Micoli fa buona guardia. Non è la solita Ma Group soprattutto nell’analisi dell’indice di attenzione difensiva. Il tiro di Luizinho Brizzi si infrange contro il muro Juninho poi, a sei secondi dal completamento del quarto giro di lancette, i padroni di casa sfondano dall’out di sinistra con la sfera che attraversa tutta l’area e gravita tra i piedi di Rafinha per il raddoppio (2-0). I romagnoli reagiscono senza fortuna con i fendenti da lontano della coppia Revert Cortés-Jelavic. Una occasione sprecata per parte a cavallo di metà tempo: Saul illumina Rafinha che spara su Juninho, bell’intesa del terzetto Borges-Revert Cortés-Fabinho, il biondo numero 11 non trova il guizzo vincente. Il Real recupera molti palloni sulla mediana, Rafinha serve a Luizinho Brizzi il colpo del tris che l’ex Cogianco cestina clamorosamente. Generosa la condotta ospite con i vicecampioni d’Italia limitati dall’esaurimento del bonus falli: Jelavic, Borges, Castagna, bene Micoli. Brividi per Imola prima dell’intervallo, Cesaroni e Luizinho Brizzi saggiano il repertorio completo di Juninho. Ripresa aperta dalla bella conclusione di Revert Cortés che mira il sette, Micoli indovina il colpo di reni giusto e devia. Neopromossa a caccia del goal per riaprire la contesa, il diagonale di Deilton esce a lato per una questione di centimetri. Le individualità sabine fanno paura, due legni salvano i bianchi dalle potenti incursioni personali di Pedro Toro e Rafinha; nel mezzo una  percussione centrale di Juninho con assist per Fabinho che calcia fuori di poco. La mannaia cala tra il sesto e nono minuto del secondo tempo: calcio d’angolo del Rieti e Corsini sbuca tutto solo centralmente (3-0), doppio contropiede letale di Saul e Pedro Toro (5-0). Titoli di coda con largo anticipo, anzi no. Pedrini dispone i suoi a cinque uomini d’attacco con Juninho avanzato: Fabinho chiama al miracolo Micoli poi Jelavic lo fredda con un proiettile sotto alla traversa (5-1). Revert Cortés sfiora il goal da cineteca con una conclusione da centrocampo; la pepita numero sei dello spagnolo arriva al termine di una rapida verticalizzazione ed uno contro uno con il portiere della Nazionale (5-2). Le speranze di rimonta della Ma Group naufragano al quarto d’ora con il pallonetto dalla propria metà campo di Douglas Corsini che gonfia la rete della porta sguarnita (6-2), l’involontario assist di testa di Juninho per il bis personale di Rafinha è sinonimo della giornataccia della matricola (7-2). Da segnalare prima del triplice fischio una traversa colpita da capitan Vignoli ed una spettacolare deviazione in angolo di Micoli su rasoterra preciso di Fabinho.

Real Rieti: Micoli, Saul, Rafinha, Halimi, Pedro Toro, Jeffe, Turmena, Luizinho Brizzi, Corsini, Martinelli, Romano, Duio, Cesaroni, Guennounna. Allenatore: Patriarca

Ma Group: Battaglia, Deilton, Barbieri, Costa, Napoletano, Jelavic, Revert Cortés, Borges, Castagna, Vignoli, Fabinho, Juninho. Allenatore: Pedrini

Arbitri: Prisma (Crotone) – Cursi (Jesi)

Cronometrista: Campi (Ciampino)

Marcatori: 1’26”pt Pedro Toro (R), 3’54”pt Rafinha (R), fine primo tempo 2-0; 6’18”st Corsini (R), 6’56”st Saul (R), 9’19”st Pedro Toro (R), 13’18”st Jelavic (Ma), 14’23”st Revert Cortés (Ma), 15’57”st Corsini (R), 17’40”st Rafinha (R), fine partita 7-2.

Ammoniti: Luizinho Brizzi (R)

Ufficio Stampa

MA Group Imola Calcio a 5 2016/2017

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...